Il candidato alle elezioni

 

51mN-9Bu92L._SX322_BO1,204,203,200_

 

“Ho corso per senatore nella Repubblica Dominicana. Ho fatto campagna elettorale per quattro anni. Andavo di porta in porta, mangiavo nelle case della gente, facevo interviste radiofoniche, disegnavo cartelli. Quando sembrava che potessi vincere, l’attuale senatore ha corrotto il presidente del mio partito, e mi hanno sostituito al ballottaggio con un vecchio che ha ottenuto solo millenovecento voti. Ecco come va nella repubblica delle banane. Non mi hanno restituito nemmeno la quota d’iscrizione.”

Tratto da Il narratore di storie.

https://www.amazon.it/dp/1721155457

Annunci

La confessione di una signora

 

51mN-9Bu92L._SX322_BO1,204,203,200_“Ero ossessionata dalla cucina. Era tutto ciò cui pensavo. Ho fatto spettacoli di cucina sulla BBC. Ho scritto ventisette libri di cucina. Ho scritto un intero libro di cucina sull’aglio. Poi, una notte, stavo modificando le bozze del mio ventisettesimo libro, quando ho preso un pennarello e ho disegnato una sirena su un pezzo di carta straccia. Ho guardato quella sirena, anche lei mi ha guardato, e non ho più pensato di cucinare di nuovo. Da quel momento non ho pensato a nient’altro che all’arte. Avevo sessant’anni quando feci il cambio. Non sono sicura di cosa lo abbia causato. Sarà stata la menopausa, un disturbo psicotico o una musa mi ha morso sul sedere?”

Tratto da Il narratore di storie.

https://www.amazon.it/dp/1721155457

 

 

Quanto potere hanno le parole?

hands-423794__340

 

Un giorno un maestro illustrava agli allievi la notevole efficacia psicologica delle parole e come gli uomini soggiacciano a tale potere, come in stato d’ipnosi.

“Le parole, in se stesse, non hanno importanza, sono solo fattori secondari, non fatti reali. Eppure gli uomini si cibano esclusivamente di parole anziché di realtà. Reagiscono positivamente o negativamente secondo le parole amabili o ingiuriose.”

“Non sono minimamente d’accordo,” ribatté un allievo alzatosi improvvisamente in piedi. “Le parole non hanno un tale potere su di noi!”

“Lurido schifoso cane rognoso,” lo ingiuriò il maestro preso da un violento raptus.

“Chi ti ha detto di alzarti! Rimettiti subito a sedere o ti faccio cacciare via a pedate!”

L’allievo, cianotico in volto dall’ira, ribatté:

“Ma come, proprio tu, un maestro che reagisce in questo modo indegno? Mi meraviglio di un tale comportamento! Vergognati!”

“Chiedo umilmente perdono”, rispose calmo il maestro, “Non so cosa mi sia successo. Non era mia intenzione né offenderti né umiliarti. Ti prego ancora di scusarmi.”

A quelle parole l’allievo si rasserenò e tornò tranquillamente a sedersi. A quel punto il maestro disse:

“Potete ora osservare il potere delle parole? Poche parole ingiuriose hanno ferito una persona e hanno provocato in lui un uragano d’ira. Poche parole amabili l’hanno gratificato e reso tranquillo. Qualche parola può significare ira o tranquillità! Le parole sono solo fattori secondari, non realtà effettive. Eppure l’uomo non riesce a scrollarsele di dosso e, come imprigionato, soggiace al loro potere.”

GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Le periferie romane

123

Le periferie delle grandi città come Roma, mai come ora sono saltate alla ribalta, con forza e preponderanza, riempendo film e serie televisive. Finita da qualche tempo la stagione felliniana di via Veneto, molti registi esordienti hanno capito che la Capitale si è spostata in periferia, dove si svolge l’esistenza vera della città, si affrontano i problemi della gente e quelli connessi ai quartieri.

GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Il dramma dei bambini “strappati” ai loro genitori.

02-e1476261696687

C’è da indignarsi parecchio di fronte al dramma che sta accadendo in America per circa 2000 bambini separati dalle famiglie alla frontiera con il Messico. Donald Trump accusa i democratici e dice di essere disposto a cancellare la legge, ma aggiunge che bisogna concordare misure che mettano in sicurezza il confine dagli stranieri illegali, cioè da chi evita i controlli o rimane negli Usa oltre la scadenza del visto. Intanto, si continuano a innalzare muri e i migranti sono perseguiti penalmente, mentre i bambini vengono separati dai loro genitori e condotti nei “centri di ricovero!”

GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Non sempre l’Unione (europea)… fa la forza.

Blog-EU-Logo-Blog

Riguardo alle immigrazioni, fenomeno caldo e quanto mai attuale, tutti i paesi hanno una responsabilità comune per la difesa delle frontiere europee. Ogni paese appartenente all’Ue, cito ad esempio Malta e Francia, che in questi giorni stanno facendo parlare molto di sé, non possono sottrarsi all’impegno preso, quantomeno lavarsene le mani, come se il problema non li riguardasse! È un problema comune a ogni paese, e tutti hanno il dovere (morale, innanzitutto) di farsene carico! Non è solo un problema di solidarietà verso l’Italia, bensì una sfida per tutti i paesi che hanno un interesse comune.

GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere

Noi e i mondiali di calcio

russia 2018-2

Altro che notti magiche, consoliamoci con le grigliate notturne e i ricordi di un’estate sotto le stelle a guardare il teleschermo. C’è chi ha deciso di guardare solo le semifinali e la finale, chi tiferà la squadra meno favorita e chi non guarderà neanche una partita, perché senza l’Italia, i mondiali non hanno senso. Solo a una cosa non rinunceremo quest’estate durante le partite di Russia 2018: alle grigliate notturne.
GIUSEPPECICCIA47.WIXSITE.COM/ilpiacerediscrivere